L’osteopatia è una disciplina che non prevede l’utilizzo di farmaci o l’esecuzione di terapie o trattamenti strumentali: l’unico strumento sono le mani dell’osteopata, che agiscono sui diversi sistemi dell’organismo sciogliendo le tensioni, equilibrando la circolazione ematica e linfatica e promuovendo il recupero dell’equilibrio e dello stato naturale di salute. I trattamenti osteopatici si svolgono con il paziente sdraiato sul lettino e, talvolta, con l’ausilio di creme o gel che aiutino lo scorrimento delle mani dell’osteopata durante la manipolazione. Il lettino è quindi l’attrezzo fondamentale che ogni osteopata deve avere nel suo studio: ne esistono di diverse tipologie che variano a seconda di materiali, possibilità di regolazione, imbottitura ecc. Alcuni lettini per osteopatia sono in legno, ad inclinazione regolabile, con foro facciale ed imbottitura in gommapiuma; i più moderni invece hanno struttura in acciaio e sono completamente regolabili, in altezza, inclinazione e poggiabraccia. Rivestiti in igienica similpelle lavabile e disinfettabile, sopportano pesi notevoli e sono adatti alla rieducazione posturale. I lettini a tre segmenti sono i più adatti all’osteopatia e si prestano particolarmente all’educazione della postura; igienici, comodi e pratici per il paziente, presentano foro facciale e sono totalmente regolabili. Un altro materiale adatto ai lettini è l’alluminio, leggero ma flessibile e resistente, perfetto per sopportare pesi non indifferenti e per garantire la sicurezza e la stabilità del lettino. Quali caratteristiche dovrebbe avere un lettino per osteopatia? Innanzitutto deve essere comodo per il paziente, che sul lettino trascorre circa mezz’ora, in una classica seduta osteopatica. Deve essere rigido e resistente, in modo che non si pieghi in risposta alle sollecitazioni della manipolazione osteopatica, e deve permettere una buona mobilità del corpo per non rendere complicato il cambiamento di posizione. Inoltre, l’osteopata deve potersi posizionare nella maniera corretta per effettuare il trattamento sul paziente e quindi il lettino possibilmente va acquistato posizionabile e regolabile in altezza e in inclinazione per consentire il massimo accesso al terapista. I lettini in lega di alluminio sono da preferire, perchè sono più leggeri e quindi facilmente spostabili. I lettini per osteopati sono costruiti in materiali durevoli e di alta qualità, a prova di usura, che possono durare anni senza logorarsi e senza sostituzioni.

Showing 1 from 1 Items

Count:
Sort by:
Order:
Loading…